giovedì, aprile 12, 2007

fanculo al femmismo

disperata non riesco a fare un sonno ristoratore dal momento in cui ho apposto la firma sulla proposta d'acquisto della mia microcasa.

Inutile dire che sogno rate del mutuo, agenti immobiliari e carte da mandare senza, oltretutto, riuscire ad uscire dal tunnel dell'incartamento burocratico.

Le mie capacità digestive si sono ridotte in concomitanza con l'aumento della fame e soprattutto mi sono rotta le palle di dover rincorrere l'agente immobiliare, il consulente bancario, il perito e dovermela gestire da sola.

Quindi qui faccio un'affermazione che ammazza anni di femminismo e in parte i miei ideali.

VOGLIO UN UOMO CHE MI PAGHI IL MUTUO E SI OCCUPI DI ME.

Fanculo l'indipendenza.

2 commenti:

alberto ha detto...

beh dai più realista io che continuo a credere nel socialismo....

saluti

raretracce

pollyester ha detto...

bhè... la mia infanzia è stata con nonno sindaco socialista in casa dipinta di rosso e garofani piantati in giardino...il mondo delle illusioni? chissà?!