giovedì, aprile 26, 2007

Elisa

(le foto sono di Ginestra)

Per chi ama la sua voce e gli arrangiamenti delle sue musiche, il concerto è uno spettacolo da non perdere.

Questa seconda tappa milanese, a giudizio di chi ha assistito anche alla prima, è stata di gran lunga migliore. La volta precedente aveva problemi di voce.

Per mia fortuna martedì la ragazza aveva una voce perfetta e inesauribile che in più di due ore di spettacolo ininterroto ha regalato le sue canzoni più belle e alcuni gustosi arrangiamenti e un bel po' di canzoni appoggiata da un coro gospel.

Io sono una fan e quindi forse sono poco attendibile, però davvero uno spettacolo con i fiocchi. Unica pecca è la poca interazione tra Elisa e il pubblico, lei trasportata e pervasa dalla musica era in perfetta sintonia con i suoi musicisti, ma i siparietti tra cantante e pubblico mi sono mancati un po'.

All'uscita ero come presa da un'energia positiva davvero bella, ed ero sudata come un maialino e stravolta, non ho più l'età forse per ballare, saltare e cantare ai concerti.

1 commento:

ginez ha detto...

ciao!!! IO C'ERO IO C'ERO IO C'EEEERO!!! e c'ero anche a gennaio... tutta un'altra cosa! Elisa non parla col pubblico... e mi chiedo quanto sarebbe coinvolgente il suo spettacolo se imparasse e farlo... perché anche senza "uscire" dalla sua trans-agonistica-concertistica arriva... arriva di brutto!
mi avevano consigliato di andare a sentirla in un teatro... ma credo che 14.000 persone trascinate e trascinanti le rendano più giustizia di 500 sedute...