mercoledì, luglio 11, 2007

Mi fido di te - Carlotto/Abate

Dal titolo sembra un romanzo di Moccia, in realtà con l'amore adolescenziale non c'entra nulla.

Gigi Vianello è, infatti, un giovane furbetto che ha fatto il colpaccio e che dal Veneto si rifugia in Sardegna, a Cagliari, dove all'ombra di uno chiccoso ristorante e di una fidanzata ufficiale gestisce loschi traffici legati alla sofisticazione alimentare.

Un furbetto italiano convinto che comunque vada la passerà liscia.

Un romanzo divertente ed irreverente dove, attraverso strane e curiose avventure e pittoreschi personaggi, parte un dubbio: cosa, della parte del traffico di Gigi, è frutto della fantasia e cosa c'è di vero? Cosa delle spiegazioni riguardo le contraffazioni di cibo poi immesso nel mercato italiano è pura creatività e cosa nasce dalla realtà....

2 commenti:

Francesco & Massimo ha detto...

Tutto ciò che riguarda la sofisticazione alimentare raccontata in questo libro è rigorosamente vera. Purtroppo.

pollyester ha detto...

WOW, onoratissima, ma preoccupata per le sofisticazioni alimentari... forse capisco il mal di stomaco avuto stanotte, non è una forma influenzale!

Per Massimo, ho scritto anche qualcosa su Buenos Aires Horror Tour, che è stato parecchio faticoso e doloroso da leggere. Grazie davvero però.