martedì, gennaio 22, 2008

perchè non parlo più di quel che succede

al di fuori della mia vita?

Me lo chiedevo da sola rivedendo il blog dell'ultimo periodo...

la risposta non è una motivazione egoistica-sentimental, ma trovo assurdo il PD, trovo assurdo il Papa e la terribile mossa mediatica di rifiuto per la storia dell'invito alla Sapienza... mossa mediatica che lo ha fatto diventare incredibilmente simpatico ai media perchè escluso... trovo terribile il paraculismo politico dimostrato a riguardo.

Mi fa schifo la storia di Mastella e di un uomo che parla in Parlamento e del Governo come se fosse in una seduta di un gruppo di auto-aiuto.... che nessuno lo ha appoggiato... bhè vedi tu... ti tenevano buono per non perdere la maggioranza nonostante le inenarrabili idiozie e figuracce di cui sei stato artefice...

Mi fa ancora più schifo Ferrara e il suo bieco tentativo di promuovere una moratoria per la legge 194 appellandosi, sempre più tristemente, al fatto che se si vota la moratoria per eliminare la pena di morte bisogna farlo anche per l'aborto... senza pensare che l'aborto non è semplice e non è nato con la legge, ma che la legge è nata per regolare una cosa che esiste da sempre... come la prostituzione....

sarà per questo che parlo dei c**i miei che sono molto più simpatici e allegri della schifezza che ci circonda?

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono perfettamente d'accordo.
Parlare della propria vita aiuta a capire meglio il resto, si rischia meno di incancrenirsi nel discutere di una cosa che va valutata quando si vota.

Davide

gds75 ha detto...

dai che adesso ci sarà solo un annetto di campagna elettorale durante la quale i toni di questi giorni sembreranno complimenti, e poi avremo un terzo governo berlusconi con mastella e de gregorio....
parliamo di noi stessi va che è meglio!!!

paolito ha detto...

speriamo di non ricadere nell'incubo di Ilvio Erlusconi

Robin ha detto...

Apperò, Ester, in pratica ti sei accorta di vivere in Italia! :°D
Io mi sento molto svizzero, devo dire, nell'ultimo periodo.
Decisamente devo accellerare i miei piani per la conquista del mondo.
See ya!

pollyester ha detto...

lo so dove vivo... leggo vedo e giudico, non lo faccio più apertamente perchè sono troppo triste di quel che leggo vedo e giudico...

sigh!

La conquista del mondo?????!!!!

hai giocato a Risiko da piccino?

:)

Chriss 4db ha detto...

beh, che dire.... la realtà concernente la cultura generale e lo stato delle cose è chiaramente posta in secondo piano nelle recenti pubblicazioni di molti blogger, e i più saggi hanno scelto di auto-raccontarsi piuttosto che analizzare una realtà che è già fin troppo raccontata e distorta dai media.
la vera realtà, quella che va al di là del simbolico lacaniano, è quella che ci riguarda, il nostro raccontarci, il nostro rapportarci ai comuni problemi di vita legati al quotidiano: "montare una libreria, combinare una cazzata via messenger o litigare con una persona un po' troppo piena di sè"...questo è quello che ci piace discutere, commentare e condividere, quindi la tua scelta è approvata appieno! (almeno da me):-)