mercoledì, gennaio 09, 2008

mi manca la parola

anche se in realtà ne ho tante che esplodono...

... momento importante e di enorme cambiamento.

La casa c'è, è quasi possibile dormirci, se il fratellone mi sistema i tubi della caldaia. Con la testa mi vedo già lì. Vedo la cuccia di Ticchio e vedo il MIO spazio che, nel fine settimana dividerò con l'amore pasticcere... ma che resta il MIO spazio.

Tempo fa ripresi da Colazione da Tiffany uno stralcio di pensiero di holly perchè era in quel modo che mi sentivo in quel momento. Dopo varie vicissitudini ho trovato casa.... ci sono entrata e mi sono sentita bene...

L'altra sera davano il film tratto dal libro... ho lasciato il mio lui davanti la tv con Ticchio mentre facevo la doccia e lui, senza sapere come avevo amato il libro e di come mi fossi trovata in sintonia con le sensazioni mi dice: lei la pensa come te...

.... riferendosi al pezzo sopracitato.

Me lo sono scelto giusto... l'uomo...

e poi una frase de LaFrancy: ma quand'è che siamo diventati grandi?

7 commenti:

rudy ha detto...

Dici che lo siamo diventati?....

Anonimo ha detto...

Mi sono caduti tutti i denti e devo correre in farmacia per il test dell'acetone...
Brava e fortunata.

Davide

ginez ha detto...

mi stavo preoccupando di questa tua lunga assenza :) buon 2008.

pollyester ha detto...

x rudy: diciamo che sembriamo adolescenti ritardati che si svegliano ora e hanno 30 anni.

x davide: che te devo dì, consigliavo una dose di insulina tempo fa...

x ginez: ci sono ci sono, ho le scarpe sporche di vernice e stasera volerò a montare il tavolo ma ci sono...

alberto ha detto...

e che vuoi di più dalla vita!! buon anno!

raretracce

chriss 4db ha detto...

ora ti manca solo un bel divano in alcantara ora...e poi è tutto così perfetto!!!

pollyester ha detto...

chriss ho un divano etnico a tipo 7 posti che il tuo amico e il mio fratellone hanno caricato su una ripidissima scala diventando i miei eroi!