mercoledì, agosto 08, 2007

Plumbeo

È il mio umore di oggi.
Non solo perché il cielo è grevemente basso e grevemente colmo di acqua.

Stamattina accendendo l’ipod la prima canzone che è partita è stata Ironic di Alanis Morisette e ho sorriso.

Mi avevano appena dato una brutta notizia. Un ragazzo del mio paese è morto per un incidente in moto mentre era in vacanza in Sardegna.

Le sensazioni in questi casi sono strane, pensi al fatto che è una persona lontana dalla tua vita ma che hai sempre visto, che ricordi, per il sorriso bianchissimo su una pella scurissima, per il fatto che a un certo punto ha aperto un negozio per animali e una pensione per cagnetti dietro casa mia.
Ricordi alle medie lui pluripetente che si era baciato con tutte le mie compagne di classe più ardite e che aspettava con noi al mattino, all’angolo, davanti il negozietto sul marciapiede la campanella di entrata.

Ricordi altri casi del genere, uno quasi un anno fa, quando un giro in moto in svizzera si era portato via Davide in una calda domenica di fine agosto.

Pensi che è ironico morire d’estate in vacanza, lontano da casa tua. Pensi che è assolutamente assurdo morire da giovane. Pensi che è infinitamente triste e capisci perché il cielo è così triste e grigio.

Così terribilmente e dolorosamente plumbeo.

1 commento:

laFrancy ha detto...

Io penso a qualla volta che in metropolitana mi aveva chiesto di diventare la sua ragazza...e a quanto mi faceva ridere all'epoca in cui facevamo la strada insieme per andare a scuola.
A quando andavo a comprare la pappa al cane e alla gatta e lui era sempre gentile e sorridente.
E ovviamente penso a Davide e alle sensazioni di queli giorni.
Penso alle coincidenze e a quanto poco a volte la sappiamo vivere questa vita.