mercoledì, maggio 21, 2008

pensieri e parole

"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento, perché rubacchiavano.

Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.

Poi vennero a prendere gli omosessuali,
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.

Poi vennero a prendere i comunisti,
ed io non dissi niente, perché non ero comunista.

Un giorno vennero a prendere me,
e non c'era rimasto nessuno a protestare."

BertolT Brecht

5 commenti:

gds75 ha detto...

io volo più basso e cito il prof. bellavista di luciano de crescenzo:
"si è sempre meridionali di qualcuno"

ginez ha detto...

posso essere pignola e dire che è BertolT Brecht? solo perché sbagliavo sempre e me l'avevano fatto notare... così mi rendo antipatica come si rendevano antipatici a me, finché non ci sarà nessuno a protestare... questo pezzo è tragicamente stupendo. grazie per averlo postato. quel periodo storico sarà sempre fonte di orrida sorpresa.

ginez ha detto...

la pignola è contenta :)

pollyester ha detto...

hi hi... ;)

raretracce ha detto...

pignoleria per pignoleria potrei aggiugnere che in realtà la frase originaria è del pastore protestante martin niemholler ;))

saluti!!
raretracce